Confapibaribat
NEWS
  • Home
  • News
  • Bonus Amianto: richieste presentabili a partire dal 16 novembre

Bonus Amianto: richieste presentabili a partire dal 16 novembre




Per la
rimozione dell’amianto, ovvero per gli interventi di bonifica dall’amianto su beni e strutture produttive ubicate nel territorio dello Stato effettuati dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2016 attuativo del Collegato Ambientale, le imprese possono accedere al Bonus amianto. È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 243/2016 il Decreto interministeriale del 15 giugno 2016 che prevede un credito d’imposta pari al 50% delle spese sostenute per tali interventi a patto che la spesa complessiva sostenuta per ciascun progetto di bonifica, unitariamente considerato, sia almeno pari a 20.000 euro.

Tra gli interventi ammissibili rientrano:

  • la rimozione e lo smaltimento, anche previo trattamento in impianti autorizzati, dell’amianto presente in coperture e manufatti (lastre di amianto piane o ondulate, coperture in eternit, tubi, canalizzazioni e contenitori per il trasporto e lo stoccaggio di fluidi, ad uso civile e industriale in amianto, sistemi di coibentazione industriale in amianto) di beni e strutture produttive ubicati nel territorio nazionale effettuati nel rispetto della normativa ambientale e di sicurezza nei luoghi di lavoro;

  • le spese di consulenze professionali e perizie tecniche nei limiti del 10% delle spese complessive sostenute e comunque non oltre l’ammontare di 10.000,00 euro per ciascun progetto di bonifica unitariamente considerato.

Per le medesime voci di spesa l’incentivo non è cumulabile con altre agevolazioni.

Le risorse stanziate – 5,667 milioni di euro per ciascuno degli anni 2017, 2018 e 2019 – verranno attribuite a coloro che chiedano accesso all’agevolazione attraverso il meccanismo del click day a partire dal 16 novembre 2016 fino al 31 marzo 2017. Le domande potranno essere presentate esclusivamente per via telematica utilizzando il portale web del Ministero dell’Ambiente, registrandosi a partire dal 27 ottobre 2016, intanto però è possibile prendere confidenza con il modulo di presentazione delle istanze, le linee guida alla predisposizione delle domande e le FAQ, già disponibili sulla pagina web del portale. Per qualsiasi dubbio è attivo un call center ai numeri di telefono 06/76291257 – 06/76291258 – 06/76291463.

Tra le informazioni richieste: il costo complessivo degli interventi, l’ammontare delle singole spese eleggibili, l’ammontare del credito d’imposta richiesto. I documenti da preparare, in copia conforme all’originale sono:

  • Attestazione delle spese sostenute per l’attribuzione del credito d’Imposta (Format All1);

  • Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà relativa agli altri aiuti “de minimis” eventualmente fruiti (Format All2);

  • Dichiarazione relativa all’informazione antimafia (Format All3).


Fonte: Decreto 15 giugno 2016 – Gazzetta Ufficiale.



  • Banner Dialogoi
  • Banner Fidindustriapuglia
  • Banner Confapipuglia Mod
  • Banner Dialogoi
  • Banner Fidindustriapuglia
  • Banner Fondapi
  • Banner Giovani
  • Banner Lum
  • Banner Nuovaenergia
  • Banner Previndapi
  • Banner Aniem 2
  • Banner Corso Lum

    Dove siamo

    Via Napoli, 329/L - 70123 BARI
    C.F. n° 80019250721
    Tel. 080 209 2338
    Fax 080 572 28 36
    E-mail: info@confapibaribat.it

    Sede Barletta
    Via Trani, 37 - 76121 BARLETTA
    E-mail: bat@confapibaribat.it

    Social

     
     
    Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Se acconsenti all’uso dei cookie, clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa"